Warning: preg_replace() [function.preg-replace]: No ending delimiter '"' found in /web/htdocs/www.olioconti.it/home/blog/components/com_k2/views/item/view.html.php on line 446

Warning: preg_replace() [function.preg-replace]: No ending delimiter '"' found in /web/htdocs/www.olioconti.it/home/blog/components/com_k2/views/item/view.html.php on line 455

Come rapportarsi con i nuovi limiti analitici

In vigore il Regolamento delegato UE 1830 del 08 07 2015 che modifica il Reg. CEE 2568/91.

Restano immutati i valori classici quali acidità, panel ecc., vengono modificati alcuni parametri degli acidi grassi ed il contenuto degli etil esteri.

Buona notizia per la cultivar Salella che beneficia dell'innalzamento dell'acido linolenico.

Crea qualche problema, soprattutto alla  Pisciottana, la doppia cifra agli acidi eptadecanoico ed eptadecenoico.

Questi due acidi grassi creano problemi soprattutto alle cultivar principe dell'olivicoltura italiana: Coratina e Carolea.

L'acido linoleico ha subito un abbassamento di un punto per consentire di far rientrare oli da olive da raccolta precoce.

Gli etil esteri scendono a 35 mg/kg per questa campagna mentre con la prossima il dato si stabilizzerà a 30 mg/kg.

L'alcol etilico che si produce all'interno dell'oliva per l'innesco di fermentazioni provoca il declassamento dell'olio prodotto a lampante anche in presenza di altri dati nella norma.

Alcuni consigli frutto della mia esperienza.

Eliminare totalmente i sacchi, anche per il solo trasporto, molire entro le 24 ore conservando le olive in contenitori rigidi e forati.

In frantoio tenere basse le temperature, non superare i 30°, gramolare per un massimo di 60' tenendo le gramole completamente chiuse. Osservare una scrupolosa pulizia dell'impianto con la non commistione di olive, con evidente stato di fermentazione, con quelle perfettamente sane. Utilizzare la lavorazione per gruppi operando una buona selezione delle partite in entrata. Non è più valida la regola, chi prima arriva macina.

Olive raccolte sulla pianta possono già presentare evidenti segni di fermentazione e non di rado lebbra.

Riposto l'olio nel contenitore risulta fondamentale travasarlo dopo un mese dalla molitura, ad inizio primavera e se necessario all'inizio dell'estate.

 

 

 

 

 

  • Vota questo articolo
    (1 Vota)
  • Pubblicato in OEVO
  • Letto 1122 volte

Lascia un commento

Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Questo sito utilizza cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati.

  Accetto i cookies da questo sito.