L'olivo vs automobile

Pensando all'olivicoltura italiana e considerando il mondo dell'automobile ho trovato alcune analogie.

 

Ho immaginato una sfida e ahimè si è aperto uno scenario che brevemente vi racconto.

La tecnologia della filiera olearia ha avuto un lento sviluppo fino ai primi anni del secolo scorso.

L'automobile nasce alla fine dell'ottocento con una forte spinta innovativa.

Ad inizio secolo XXII la situazione è la seguente:

olivicoltura quasi come alla fine dell'ottocento in molte aree olivicole italiane; tecnologie di trasformazione ancora arcaiche.

automobile con notevoli progressi tecnologici ampio spazio all'elettronica, motori sofisticati a ridotti consumi ed emissioni, motori ibridi, elettrici, confort di guida.

L'olivicoltura italiana 2015 la rappresento con una Fiat balilla, l'automobile con una Fiat 500 o con una Ferrari o con  una Maserati, quale confronto è possibile?  

L'innovazione olivicola è la meccanizzazione spinta ed il sistema ad alta densità, si discute quindi se bisogna comperare una balilla o una 500X. In concessionaria nessun dubbio, in campo  meglio la balilla.  

L'olivicoltore potrà avere un futuro se ragionerà come un  frutticoltore.

Risultati immagini per ulivo secolareRisultati immagini per 500x

Risultati immagini per ferrariRisultati immagini per maserati

Ultima modifica ilMartedì, 03 Marzo 2015 20:29
  • Vota questo articolo
    (1 Vota)
  • Pubblicato in Giroliando
  • Letto 826 volte

Articoli correlati (da tag)

Lascia un commento

Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Questo sito utilizza cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati.

  Accetto i cookies da questo sito.